P

Piazza Jack Dorsey’s Square crea un no-profit per combattere i troll di brevetto di Cryptocurrency

Jack Dorsey’s Square ha creato un’organizzazione che mira a mettere in comune i brevetti di criptovaluta per l’uso gratuito per tutti i suoi futuri membri.

La società di servizi finanziari di Jack Dorsey’s Square ha fondato un’organizzazione senza scopo di lucro chiamata Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA).

Lavorando indipendentemente da Square, l’entità mira a garantire un accesso aperto alla tecnologia a catena di blocco nel settore delle risorse digitali e a combattere i troll dei brevetti.

Square crea il COPA

Secondo l’annuncio di Square, il COPA mira a impedire alle aziende dell’ecosistema della crittovaluta di „rinchiudere“ tecnologie utili e preziose nei brevetti. L’azienda ha sottolineato che questa crescente preoccupazione di ciò che chiama „blocco dei brevetti“ potrebbe „soffocare l’innovazione e l’adozione da parte di Bitcoin Rush alla più oscura crittovaluta“.

„Il COPA è un’innovazione a livello industriale per il brevetto equivalente a una comunità open-source. Il suo approccio include la promessa che nessun membro farà mai valere i propri brevetti sulla tecnologia di base della crittovaluta“.

Il no-profit istituirà una „biblioteca“ brevettuale condivisa, che permetterà a ciascun membro di utilizzare tutti i brevetti disponibili in essa. Mettendo insieme i brevetti di criptotecnologia, ciò forma uno „scudo collettivo di brevetti“, che scoraggerà e difenderà tutti i membri contro gli „aggressori dei brevetti“.

Per garantire che l’ecosistema delle risorse digitali rimanga libero e aperto e che la tecnologia sia disponibile per tutti, Square darà l’esempio mettendo tutti i suoi brevetti di cripto-valuta nel nuovo, affermato CEO della società senza scopo di lucro Jack Dorsey.

Il COPA è aperto a tutti gli operatori del settore. Tuttavia, i futuri membri devono seguire l’esempio di Square mettendo a disposizione di tutti gli altri partecipanti tutti i loro brevetti nella biblioteca condivisa.

Devono anche „impegnarsi a non usare mai i loro brevetti cripto-tecnologici contro nessuno“, tranne che per i motivi difensivi sopra elencati.

Il COPA opererà indipendentemente da Square e sarà governato da un consiglio di nove membri. Tre membri proverranno dalla comunità di cripto-valuta e open-source, tre dalle società fondatrici e tre dai „membri rimanenti“.

Crescita dei brevetti e dei potenziali problemi della catena di blocco e dei criptobrevetti

Come riportato di recente da CryptoPotato, il numero di brevetti legati alla catena di blocchi e alla crittografia è aumentato negli ultimi anni. Gli Stati Uniti sono in testa, con il 39%, la Corea del Sud (21%) e la Cina (19%) completano i primi tre paesi.

Anche se Square ritiene che questi numeri crescenti ostacolino lo sviluppo dell’industria, c’è una questione più pressante che il COPA sta cercando di combattere.

Alcune aziende richiedono i cosiddetti „brevetti preventivi“ per le idee che non hanno intenzione di sviluppare. Tuttavia, così facendo, impediscono ad altre aziende di perseguire legalmente la stessa idea, il che alla fine porta a una minore innovazione nel settore.

CategoriesAllgemein